Abbazia della Novalesa - Piemonte
Ultime Notizie
Come arrivare
Monastica
Storia
Arte
Ospitalitą
Orari
Visite
Restauro-libro
Bibliografia
Oblati
Volontari
Biblioteca
Il negozio
Links
Homepage

La storia - Sommario

Una lettera per l'anima



Fu il più bello tra i figli dell'uomo, Cristo, colui che ti attrasse
Lo Spirito di Dio è quella bevanda di cui il salmista dice: “Di quale bontà è la sua bevanda inebriante!”. Egli inebria le menti degli uomini, riempiendoli di sé. Questa sobria ebbrezza ti indusse a disprezzare i diritti che ti competevano, a rinunziare a torri e fortezze ben munite, a scegliere al posto del lino la lana, a rinunziare al fior di farina e alle laute vivande e ad accontentarti di una sola libbra di pane nero.
Questa sobrietà sperimentata ti sollecitò a non acconsentire a nessuno dei tanti illustri pretendenti, ma a dichiararti morta al mondo per vivere ormai solo per Cristo.
Non è stato dunque il mondo a respingerti, ma il solo ardore dello Spirito divino a sollecitarti. Tu, a cui da ogni parte arrideva la vita, non fosti spinta dal mondo che anzi ti lusingava, ma fu “il più bello tra i figli dell'uomo”, Cristo, che ti attrasse ad abbracciare i suoi doni, mediante il soffio dello Spirito santo, e ti dice: “Alzati, amica mia, mia sposa, e vieni! O mia colomba che stai nelle fenditure della roccia, nei nascondigli del muro, mostrami il tuo volto, fammi sentire la tua voce”.

 

 

(lettera di san Pier Damiani a Bianca; 1066)

 

Archivio lettere pubblicate (San Pier Damiani)

Archivio lettere pubblicate (San Bernardo)

Archivio lettere pubblicate (Dom Columba Marmion)