Biblioteca

L’attuale biblioteca dell’abbazia di Novalesa, che sostituisce l’antica biblioteca medievale, è stata rifondata con il ritorno dei monaci nel 1973 ed è stata arricchita da alcune donazioni di sacerdoti e laici benefattori.
La biblioteca è attualmente in fase di catalogazione. Esiste un catalogo informatizzato locale; i volumi finora catalogati sono circa 41.500 su un totale di oltre 50.000.

I settori che hanno avuto un maggior incremento in questi anni sono di carattere religioso:

  • Patristica
  • Sacra scrittura
  • Monastica
  • Teologia
  • Spiritualità

Dei codici dell’antica Abbazia di Novalesa ne rimane un solo esemplare: una Regola di S. Benedetto, manoscritta della seconda metà del XI sec.

Esiste un graduale della fine del XIII sec. di provenienza ignota

Altri volumi antichi sono presenti nelle seguenti unità: (già catalogati)

  • Cinquecentine
  • Seicentine
  • Settecentine

Inoltre

  • Libri dal 1800 al 1900
  • Libri dal 1900 al 1950
  • Libri 1950 ad oggi

Esiste anche un archivio donato dal benefattore Giuseppe Maria Sibille molto ricco per il settore sociale-politico della Provincia di Torino in genere e della Val di Susa in specie, riguardante la sua attività di avvocato, deputato e senatore dello Stato italiano.